Ugc: cosa sono e perché il tuo e-commerce ne ha bisogno

La User generated content (Ugc) è una strategia di marketing online gratuita creata dai consumatori, anziché dal proprietario di un marchio, volta alla promozione di un prodotto o un servizio. Questo tipo di contenuto è particolarmente efficace per i brand perché mostra una prospettiva autentica e veritiera sulla qualità dei prodotti e dei servizi di un’azienda.

In questo modo si va a creare una sorta di garanzia e di fiducia con la propria community, risultando più autorevole delle recensioni tradizionali. Lo scopo è che gli utenti diventino parte integrante della creazione e della condivisione dei contenuti online, creando così una comunità più interattiva e ad alto coinvolgimento.

L’Ugc è utile per molti settori, in particolare per hotel, bar e ristoranti, per campi relativi alla bellezza e ai cosmetici, per la moda e per palestre e brand che sponsorizzano lifestyle.

Quali sono i vantaggi e i rischi dell’utilizzo degli Ugc per il business di un brand?

Tra i principali aspetti positivi che si possono trarre dall’utilizzo dell’Ugc, vi è il fatto che l’engagement sui canali digitali dell’azienda aumenta, grazie all’autenticità che, in questo modo, raggiunge il massimo livello. Un altro vantaggio è la massima efficacia sia in termini di tempi che di costi, oltre all’aumento della Brand Loyalty, il rafforzamento della community e, infine, Roi – return on investment elevati, ovvero ritorno sull’investimento o indice di redditività del capitale investito.

Di contro, per le imprese, il fatto che siano i consumatori a condividere sponsorizzazioni, non è sempre un fattore positivo. È vero che, nella pratica, un buon contenuto Ugc, può essere considerato pubblicità gratis e con ottimi risultati. Tuttavia, non è esente da rischi. Vediamo quali sono.

Esiste un’alta probabilità che gli utenti diffondano materiale inappropriato, o addirittura offensivo che potrebbe andare a danneggiare la reputazione dell’azienda. Proprio per questo motivo, è fondamentale avere la piena padronanza di questa strategia di marketing online e conoscere bene la fascia di pubblico al quale si intende rivolgersi, oltre a integrarla con metodi pubblicitari più ampi.

Leggi anche: Come effettuare una campagna adv di successo su Meta

Quali sono le diverse forme di Ugc

Sono diverse le tipologie di Ugc che possiamo trovare, dipende dal tipo di piattaforma online su cui viene creato e condiviso il contenuto. Le forme più popolari sono foto e video, scattate dai clienti durante l’uso di un prodotto o di un servizio e condiviso sui social media o sul sito dell’azienda, testimonianze e recensioni, quando i clienti raccontano la propria esperienza, inserimento di annunci liberi, come ad esempio siti di prenotazione di alloggi che contengono annunci creati dagli utenti stessi, forum e blog post.

Queste tipologie appena elencate rappresentano per le aziende forme di pubblicità gratuita ed efficace, che è possibile potenziare grazie ad alcune strategie, come l’organizzazione di eventi sociali, che invitino alla condivisione sui social media, la motivazione degli utenti, rendendo l’intero processo semplice e divertente, e l’offerta di premi e ricompense per la partecipazione, come ad esempio un programma fedeltà. Tutto quanto deve necessariamente gravitare intorno al proprio marchio.

Leggi anche: Cos’è il CPC, perché è importante nel marketing digitale, come calcolarlo

Ecco un esempio pratico di strategia di marketing Ugc

Ogni giorno il mercato ci offre tanti esempi di campagne Ugc che hanno avuto un enorme successo. Per fare un esempio, basta ricordare quando, nel 2014 Coca-Cola lanciava “Share a Coke”, una campagna globale dove sulla confezione della bibita al posto della celebre scritta era erano presenti i nomi propri delle persone o anche scritte come “Mamma”, “Papà”, “Chi sorride”, “Amore” e così via, inducendo il consumatore a offrire il prodotto ai conoscenti.

La strategia di marketing invitava i consumatori anche a postare le foto delle loro bottiglie personalizzate sui social con il nome della persona con la quale volevano condividere la bibita. Una mossa, questa che ha avuto talmente tanto successo da generare un aumento delle vendite pari al 2% negli Stati Uniti, dove si prolungava un trend negativo da circa nove anni.

Leggi anche: Perché usare Google Ads? Costi e vantaggi per le imprese